L’Itinerario Urbano

Ottaviano Nelli visse ed operò a lungo. Ogni angolo di Gubbio conserva tracce della sua instancabile operosità. Il percorso espositivo si connette al contesto urbano con cicli spettacolari di grandiose narrazioni nellesche, per una lettura del legame profondo dell’artista con la città e il territorio.

1. SANTA MARIA NUOVA

Sulle pareti affrescate campeggiano la Madonna del Belvedere, dalla bellezza commovente e manifesto del gotico internazionale, e la solenne Crocefissione.

Orari di apertura 11.30-13 / 14.30-16

2. Sant’Agostino

Gli affreschi eseguiti dal Nelli decorano l’abside con Storie di sant’Agostino e l’arco santo con il Giudizio universale. Della bottega di Nelli, il Sant’Ubaldo in trono fra san Cristoforo e san Sebastiano e la Madonna delle anime purganti.

Orari di apertura 9-17

3. San Domenico

Nella seconda cappella di sinistra Nelli realizzò il ciclo con le Storie di san Pietro martire, in 9 episodi inseriti in riquadri a formato panoramico.

Orari di apertura 9-17

4. San Francesco

La monumentale chiesa ospita nell’abside della navata sinistra le Storie della Vergine, scandite originariamente in 17 riquadri.

Orari di apertura 10.30-12 / 15-18; dal 31 ottobre 10.30-12 / 15-17

5. Canonica di San Secondo

La cappella Panfili illustra le Storie di San Sebastiano, affrescata nel 1458 da un estroso seguace del Nelli, Jacopo Bedi.

Orari di apertura 9-17

6. Fraternita dei Laici (o dei Bianchi)

L’oratorio ipogeo dei battuti conserva alcuni degli affreschi con scene della rappresentazione drammatica della Passione di Cristo, affrescate verso il 1470 da un allievo del Nelli.
In un video viene presentata la ricostruzione virtuale dell’ambiente originale.

Orari di apertura da lunedì a giovedì 14-17;  venerdì, sabato e domenica 10.30-13 / 14.30-17.30

7. Palazzo Beni

Vero e proprio gioiello architettonico, ospita il Museo delle Arti e dei Mestieri (MUAM). Si fregiava di pregevoli affreschi di Ottaviano Nelli, di cui rimangono alcuni stemmi dipinti nella loggetta del cortile minore e figure allegoriche in sale del primo e secondo piano.

Orari di apertura, consultare il sito del MUAM

Tra Umbria e Marche

Ottaviano Nelli fu un personaggio in vista, che spese la sua fama e le sue doti d’artista e di sapiente artigiano lavorando per signori umbri e marchigiani, per comunità religiose e confraternite di laici, viaggiando senza sosta lungo i ripidi sentieri degli Appennini e realizzando opere in tanti luoghi diversi.

La mostra suggerisce itinerari transappenninici sulle tracce di Ottaviano Nelli. In Umbria verso le vicine Umbertide e Città di Castello, verso Perugia, Palazzo Trinci a Foligno o l’oratorio di Santa Maria della Piaggiola a Fossato di Vico; nelle Marche San Domenico a Fano, gli oratori di San Gaetano e della Madonna dell’Homo a Urbino.

La mostra di Gubbio propone un collegamento con la mostra “Allegretto Nuzi a Fabriano. Oro e colore nel cuore dell’Appennino” (Fabriano, 14 ottobre 2021 – 31 gennaio 2022).
I due eventi espositivi, congiunti idealmente dallo stesso sottotitolo, intendono mostrare come l’arte del Trecento e del Quattrocento, con Allegretto Nuzi e Ottaviano Nelli, unisse a filo doppio i due versanti dell’Appennino, fra Marche e Umbria, al di là delle attuali ripartizioni amministrative regionali.

Urbino, oratorio di Santa Maria dell’Umiltà. Angeli.

Foligno, Palazzo Trinci, cappella.